Due voci per un’anima – La poesia di Antonia Pozzi a 110 anni dalla nascita

«le corolle dei dolci fiori
insabbiate.
Forse nella notte
qualche ponte verrà
sommerso.
Solitudine e pianto –
solitudine e pianto
dei larici»
Antonia Pozzi

Antonia Pozzi nasce a Milano nel 1912 e muore sempre qui nel 1938.

Nonostante la sua prematura morte, la grande poetessa italiana ci ha lasciato un’indimenticabile testimonianza di bellezza e di “troppa vita nel sangue”, che merita di essere riscoperta. Due voci leggeranno versi e lettere che toccheranno il cuore, che riveleranno la sua anima. Montale descrisse le parole dei suoi versi con «sono asciutte e dure come i sassi» o «vestite di veli bianchi strappati», ridotte al «minimo di peso»

Sarà il primo evento di una mini rassegna che abbiamo intitolato “Celesti e poetiche solitudini”, sabato 2 aprile nella Sala della Duchessa del Castello alle 16.30, Mariateresa Bocca e Francesca Rifici reciteranno le poesie dell’anima tormentata di Antonia Pozzi.

Regia a cura di Salvatore Poleo.

Sabato 2 aprile 2022 ore 16.30
Sala della Duchessa del Castello di Vigevano (PV)

INGRESSO LIBERO CON GREEN PASS E MASCHERINA FFP2 FINO A ESAURIMENTO DEI POSTI



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *