Blog

Presentazione del libro “Gino Zimonti” di Norma Guarnaschelli

Presentazione del libro “Gino Zimonti” di Norma Guarnaschelli

Anche in provincia, in una provincia piccola e sonnacchiosa come era ed è Vigevano, nascono persone di capacità eccelse le cui esistenze trascorrono generalmente appartate e senza scosse, ma in cui crescono anche intelligenze singolari e creative che spesso, ahimè troppo spesso, faticano a emergere.Una […]

IL MALE – Presentazione della rivista satirica più pungente dell’editoria italiana

IL MALE – Presentazione della rivista satirica più pungente dell’editoria italiana

“Oggi è quasi impossibile pensare che all’epoca esistesse un settimanale satirico come il Male, veramente all’avanguardia, avanti di 50 anni, insomma divertentissimo.”Daniele Luttazzi (2005) Da una inattesa donazione della signora Teresa Maria Berzoni, la rivista Il Male è giunta a noi. Ha avuto vita breve […]

Si baci chi può – Presentazione di un ciclo di eventi a tema BACIO

Si baci chi può – Presentazione di un ciclo di eventi a tema BACIO

Inserito nell’ambito del programma Vigevano in LOVE 2022 che inaugura la collaborazione con Diapason Consortium, il 19 febbraio alle ore 17 in Sala dell’Affresco l’Associazione culturale Astrolabio presenta un progetto ricco e articolato dal titolo Si baci chi può che vedrà diversi eventi durante il corso dell’anno 2022; il tema è quello del bacio in tutte le sue declinazioni.

Il bacio come comunicazione e la comunicazione è il cuore della cultura e della vita stessa. Indagando vari settori culturali, si intende fare emergere la trasversalità del tema, che si presta a contaminazioni, parallelismi, fusioni.

È di estrema attualità, proprio a causa della pandemia, delle limitazioni imposte che hanno attivato un processo di pensiero per comportamenti che sarebbero stati naturali nei confronti degli altri, secondo codici di prossemica sedimentati in noi e dipendenti dalle trasformazioni sociali e culturali storicamente rilevabili.

Il bacio è un gesto universale culturale, per la sua riconoscibilità, che lo rende traducibile in tutti i linguaggi corporei, anche da quelle società che non lo adottano o addirittura lo condannano, rendendone di fatto comprensibile il senso e la portata.

Arte, letteratura, cinema occidentali hanno imposto i paradigmi filematici, dal greco filema ossia bacio, così come hanno contribuito i viaggiatori esibendo il proprio codice sociale, e come un tempo facevano missionari, soldati e mercanti, pronti a diffondere e a recepire usi e costumi in quel melting pot culturale che è arrivato oggi alla globalizzazione.

Il bacio trasmette e connette e con gli eventi in programma intendiamo trasmettere cultura attraverso una serie di incontri con relatori di prestigio che saranno invitati di volta in volta. Realizzeremo la connessione fra le persone con eventi in cui è prevista la partecipazione attiva del pubblico soprattutto di carattere artistico e ludico.

Programma dell’incontro:
Gabriella Maldifassi presenta il progetto Si baci chi può;
ECLISSE E RINASCITA DEL BACIO:
L’antropologa Silvia Grossi terrà una interessante conversazione sulla base del saggio “Baciarsi” di Moro-Niola;
Momento teatrale su testi di Achille Campanile e Salvatore Poleo sul tema del bacio.

Dove e quando:
Sabato 19 febbraio 2022 ore 17.00
Sala dell’Affresco del Castello di Vigevano (PV)

Ingresso libero con Super green pass e mascherina ffp2

Le Donne di Ravensbrück

Le Donne di Ravensbrück

Ravensbrück è una località a circa 80 km a nord di Berlino, un luogo di dune sabbiose, con un fiume ed un lago nelle vicinanze; qui, durante il periodo nazista sorse l’unico campo di concentramento a prevalenza femminile. Da tutti i paesi d’Europa arrivarono più […]

Presentazione del volume “Le Chiese della Lomellina” di Astrolabio ed Ecomuseo del Paesaggio Lomellino

Presentazione del volume “Le Chiese della Lomellina” di Astrolabio ed Ecomuseo del Paesaggio Lomellino

Nelle chiese e negli altri edifici religiosi è passata la storia del nostro territorio, in essi si possono leggere secoli di storia e di arte. Un elegante libro fotografico di imminente uscita li illustra, diventando così anche un gradito regalo natalizio! Promosso da Astrolabio (associazione […]

Presentazione del Libro + dvd “Vigevano nel Boom”

Presentazione del Libro + dvd “Vigevano nel Boom”

Verrà presentata sabato 11 dicembre alle ore 16,30 nella Sala dell’Affresco del Castello di Vigevano la prima ristampa di Vigevano nel boom, un libro di 136 pagine, con allegato un film-documentario in Dvd articolato in diciannove capitoli (ultimo, come appendice, una breve pièce teatrale scritta dall’autore e regista teatrale Salvatore Poleo, e basata sulla testimonianza autentica di un’operaia intossicata dal benzolo, recitata da Eleonora Cattaneo).
L’incontro sarà coordinato da Sergio Calabrese, giornalista e scrittore, che per quarant’anni ha girato il mondo come cinereporter Rai.

Nato da un’idea del giornalista, storico e videomaker vigevanese Filippo Caserio, realizzato con la partecipazione della giornalista milanese Alessandra Ceriani e con la consulenza dello stesso Sergio Calabrese, edito dall’associazione Astrolabio e dall’Editoriale Punto & Virgola, sostenuto dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano (con il contributo di VipetrolSogesi, Consorzio dei Santi Crispino e Crispiniano) e patrocinato dal Comune di Vigevano, il progetto ha subito ottenuto ampie e lusinghiere recensioni, e soprattutto il favore del pubblico.
Sono stati necessari quasi due anni di lavoro (spesso ostacolato dall’insorgere dell’emergenza Covid, con i continui lock-down) per realizzare un complesso prodotto culturale multimediale dedicato a uno dei periodi cruciali del passato più recente: gli anni Sessanta del Novecento.
Nelle pagine del libro (ma soprattutto nelle sequenze del film-documentario) quegli anni scorrono tutti, raccontati dai protagonisti di allora, sullo sfondo di immagini e filmati d’epoca in gran parte inediti o poco conosciuti. Il boom economico – che a Vigevano si è declinato soprattutto nello sviluppo tumultuoso dell’industria calzaturiera; i romanzi di Lucio Mastronardi (con la sua celebre trilogia vigevanese: Il calzolaio, Il maestro, Il meridionale); le canzoni di Vito Pallavicini (che prima racconta la città, a modo suo, dalle pagine del settimanale l’Informatore vigevanese e poi diventa un paroliere di fama internazionale e nel 1968 consegna Azzurro, interpretata da Adriano Celentano, all’epopea nazional-popolare). Nel documentario, il profondo legame tra il paroliere e la sua città è rivissuto dalla figlia Marina.

A passare sotto la lente di ingrandimento è l’intero decennio, che – sul piano del costume, della società, della politica, persino dello sport – registrò profondi cambiamenti: la Gioventù Studentesca di don Tarcisio Comelli, con i giornalini scolastici e i campi estivi; i Martelloni di Elia Panzarasa e tanti altri goliardi; la prima grande epopea del basket, approdato per la prima volta in serie A all’inizio del decennio, le
strane alchimie in Municipio.
Ma c’è qualcosa che – pochi, tantomeno i giovani – ricordano. Qualcosa che la città – al di là dell’enorme clamore mediatico nazionale e persino internazionale, tra il 1961 ed il 1963 – ha da allora forse colpevolmente rimosso, confinandola in approssimative e superficiali ricostruzioni giornalistiche, come fosse la polvere da nascondere sotto il tappeto. Il tenacio e il benzolo, la catena di intossicati e di morti (anche una bambina). Libro e Dvd, invece, portano tutto alla luce, con un’indagine minuziosa sulle fonti (giornali, studi, monografie, documenti d’archivio, atti parlamentari). Per capire, ed aiutare a capire meglio l’intera vicenda – sino all’approvazione nella primavera del 1963 di una legge voluta da un parlamentare vigevanese, l’onorevole Francesco Soliano – sono stati intervistati i protagonisti e i testimoni di allora. Imprenditori come Gian Beppe Moreschi, sindacalisti come Graziella Pinato, medici del lavoro come Gianni Saretto, amministratori pubblici come l’avvocato Vittorio Betassa, storici e studiosi come Adriano Ballone. E altri ancora: in particolare, una delle tante “giuntore” che andavano a imparare il mestiere sin da bambine, o i “garzoni di fabbrica” che poi faranno fortuna.

Sabato 11 dicembre 2021 ore 16.30
Sala dell’Affresco del Castello di Vigevano

INGRESSO LIBERO CON OBBLIGO DI GREEN PASS

BANCARELLA DEL LIBRO NATALIZIA!

BANCARELLA DEL LIBRO NATALIZIA!

Astrolabio apre la sua sede per il consueto appuntamento con la bancarella del libro, un’occasione per incontrarci oppure conoscersi per la prima volta e soprattutto per scegliere delle nuove letture molto interessanti. Oltre ai libri, che di per sé possono essere un regalo graditissimo, ci saranno […]

RINVIATA A SABATO 18/12 -Presentazione del volume: DUE DONNE UNA TORTA – IL DOLCERISO DEL MORO

RINVIATA A SABATO 18/12 -Presentazione del volume: DUE DONNE UNA TORTA – IL DOLCERISO DEL MORO

L’Associazione Astrolabio, inaugura una nuova collana di piccoli libri che affiancherà quella dei “Protagonisti”.“Gli Originali” trattano oggetti, materie, spazi, monumenti, entità definite che abbiano carattere proprio, che siano unici, e abbiano come territorio di riferimento Vigevano e la Lomellina. La prima pubblicazione è:“Due donne una […]

Presentazione del libro “L’ultimo respiro del sole” di Silvia Grossi

Presentazione del libro “L’ultimo respiro del sole” di Silvia Grossi

Sabato 4 dicembre alla Sala dell’Affresco, presenteremo il nuovo romanzo della pavese Silvia Grossi “L’ultimo respiro del sole” uscito nell’ottobre 2020 per Laurana Editore. L’autrice dialogherà insieme a Cinzia Tirrito.

È l’inverno tra il 2014 ed il 2015 quando la Malesia viene travolta dalla più grande alluvione di tutti i tempi.
Mentre le esondazioni imperversano, nel Sultanato del Kelantan si snoda la vicenda degli aborigeni Temiar, guidati dalla anziana e saggia Tijah, impegnati in una resistenza attiva contro la deforestazione dei loro territori ancestrali.

Ad appoggiare la ribellione indigena sarà Fadi, mediatore capace di dare filo da torcere agli interessi di Mr Saaed, comandante di polizia corrotto e deciso a seguire le proprie ambizioni di potere fino alle estreme conseguenze. Ad accompagnare la battaglia del protagonista, che diviene riflessione stessa sul futuro del Paese, saranno lo sguardo indagatore di un medico malese e di un’antropologa occidentale.

Con un ritmo narrativo a tratti incalzante, a tratti dominato dall’atmosfera placida della più pura tradizione letteraria orientale, la storia si dipana anche attraverso l’incontro con i coltivatori di riso, i pescatori di fiume e i cittadini che abitano la Malesia contemporanea.

Silvia Grossi (Pavia, 1973) è antropologa ed etnografa, studia e svolge ricerche nel contesto geopolitico dell’Asia meridionale e del Sud-Est asiatico. Ha pubblicato saggi e traduzioni di grandi classici, tra i quali: Discorso sull’origine della disuguaglianza tra gli uomini di Rousseau, Discorso sul metodo di Cartesio e Trattato sulla tolleranza di Voltaire (Primiceri Editore, Padova, 2019, 2020). Collabora con riviste nazionali di viaggi e turismo e con Enti di cooperazione internazionale. L’ultimo respiro del sole è il suo romanzo d’esordio.

Cinzia Tirrito attivista e ambientalista, è fiduciaria della condotta Slow Food di Vigevano e Lomellina, associazione Internazionale che, oltre alla tutela della biodiversità alimentare, è impegnata anche per la difesa dell’identità culturale e dei diritti dei popoli.

Sabato 4 dicembre 2021 ore 16.30
Sala dell’Affresco del Castello di Vigevano (PV)

INGRESSO LIBERO CON GREEN PASS FINO A ESAURIMENTO DEI POSTI

Naturalmente: in mostra le opere di Giardini e Casati

Naturalmente: in mostra le opere di Giardini e Casati

Venerdì 19 novembre si inaugura la mostra NATURALmente con le opere nuove e recenti di Cesare Giardini e le opere su ceramica dell’architetto e pittore Giorgio Casati! La mostra ospiterà anche una tela di Carmen Amante e delle lampade-natura di Monica Balzi. Inaugurazione venerdì 19 […]